header_playerA
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
T&A DI SCENA A NETTUNO, IL PREPARTITA
Giovedì 19 Aprile 2012 11:40    PDF Stampa E-mail

Il ricordo va a quel fantastico Scudetto che la T&A ha ancora cucito sul petto ed è normale che sia così. I Campioni d’Italia scendono nella tana della Danesi Nettuno per la riedizione della Finale 2011. Momenti indimenticabili, ma adesso si parla di 2012, di regular season Ibl. Si gioca per vincere. Inning dopo inning. Partita dopo partita. Playball di gara1 domani sera alle 20, poi le due sfide di sabato (15.30 e 19.30).

 

Doriano Bindi, la prima considerazione generale è che la T&A continua a battere tantissimo (media di 375, dietro c’è Grosseto a 297)…

“Stiamo andando bene ed era un po’ nelle premesse che potessimo essere una formazione che sfrutta al meglio quello che produce il suo box di battuta. Magari non andrà sempre così, non saremo sempre su questi livelli, ma lavoriamo per starci il più possibile e ci godiamo il momento. Molti ragazzi stanno davvero battendo tanto e mi riferisco a Bittar (526), Albanese (563) e Mazzuca (375), ad esempio”.

 

Come valuti Nettuno?

“Secondo me sulla carta è anche più forte di quella dell’anno scorso, ma ancora non conosco da vicino gli stranieri ed è complicato dare un giudizio definitivo. Dopo le tre partite che ci apprestiamo a giocare valuteremo meglio”.

 

Quali sono i punti di forza della Danesi?

“Prima di tutto giocano in casa e questo rappresenta sempre una forza in più per loro. Poi hanno un buon monte di lancio e in battuta sono sicuro che presto verranno fuori. Squadra completa a con grande carattere, quando ingraneranno sarà difficile arrestarli”.

 

Tutti ok in casa T&A?

“Tutti in salute. La rotazione sarà la solita di sempre, con Rodriguez in garauno, poi Cooper e Da Silva. Per il recupero di mercoledì prossimo decideremo il partente anche sulle conseguenze di questo weekend”.